Meyers Manx, un’altra icona in elettrico

Almeno non si tratta di un “restauro” che doti il più iconico dune buggy di una motorizzazione elettrica, tuttavia l’annuncio della produzione, a partire dal 2024, del 2.0 Electric (dove 2.0 non è la cilindrata…) lascia sconcertati.

La Manx ha annunciato che quest’anno produrrà 50 esemplari -non si sa dove- per venderli ad altrettanti clienti scelti -non si sa a che prezzo- che li testeranno duramente in vista della produzione del modello di serie fra un paio d’anni. Sicuramente si tratta di una strategia interessante, che più e più grandi Case dovrebbero adottare; vedremo se i feedback saranno positivi come Manx si aspetta, occorre precisare che 50 esemplari non sono pochi dato che questi Dune Buggy vengono realizzati col contagocce.

Passiamoalla meccanica. Il 2.0 sa il cielo cosa possa significare: forse uno de due tagli di batteria, l’auto verrà infatti fornita con 20 o 40 Kwh, adatti a un’autonomia di circa 250 e 450 km. I due motori, uno per ogni ruota, garantiranno uno 0-100 km/h in circa 4,5 secondi e, vantaggio dell’elettrico, tanta coppia, da non disprezzare per un veicolo che vive tra le dune della California.
Almeno questo è quel che facevano i veri Dune Buggy.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...